Blog

Accogliere gli anni dell’Incantatrice – la peri-menopausa e la post-menopausa

This post is also available in: en hr fr it de pt-br es

Print Friendly, PDF & Email

The Enchantress YearsLe  nostre vite hanno quattro fasi:

  1. La prima è quella della Vergine – un periodo di cambiamento fisico, mentale ed emotivo che ci porta all’età adulta.
  2. La seconda è la Madre – l’età adulta, che solitamente è ciclica e in cui siamo ben radicate nel mondo esterno.
  3. La terza è quella dell’Incantatrice – un tempo di cambiamento, d’evoluzione fisica, mentale ed emotiva che ci porta alla nostra completezza.
  4. La quarta fase è quella della Strega – l’età anziana, in cui viviamo tra i mondi.

Gli anni dell’Incantatrice possono iniziare nel decennio dei nostri quarant’anni, quando cominciamo a sperimentare delle variazioni a livello fisico e a perdere la regolarità del ciclo mestruale. Noi cambiamo – accade ai nostri corpi, alle nostre emozioni e persino al nostro modo di pensare. E il cambiamento non finisce con l’ultima mestruazione (che si chiama “menopausa”*), prosegue anche dopo e spesso possono volerci fino a dieci anni prima del passaggio alla fase della Strega delle  nostre vite, una fase in cui la trasformazione è completa e le nostre energie sono stabili.

Il ciclo mestruale ci insegna molto sulle quattro fasi della vita delle donne. Il ciclo mestruale racchiude due cicli: uno di energie fisiche variabili e uno di mutevoli modalità di pensiero dominanti (affronto più nel dettaglio questo argomento nel mio libro “The Optimized Woman”).

La fase dell’Incantatrice del nostro ciclo è la fase pre-mestruale ed è un momento in cui le energie e la resistenza fisiche diminuiscono con il calo dei nostri livelli ormonali. Ma, via via che la mente subconscia diviene sempre più dominante, sperimentiamo anche un cambiamento nel nostro modo di pensare. La mente subconscia è il livello a cui gestiamo i nostri schemi, i ricordi e le informazioni che la mente intellettuale non riesce a contenere. La mente subconscia è rapida, ma non pensa per parole perché questa abilità è propria della fase della Vergine, in cui è la mente intellettuale a essere dominante. La mente dell’Incantatrice invece è incredibilmente intuitiva, creativamente ispirata e libera da ogni restrizione e inibizione.

Quando attraversiamo gli anni dell’Incantatrice, percorriamo il sentiero della fase pre-mestruale. Non si modifica solo il nostro corpo, ma la nostra modalità di pensiero inizia a essere dominata dalla mente subconscia. Non ricordarsi una parola, o un nome, non è un segno d’invecchiamento – è il segnale che la mente dell’Incantatrice sta prendendo il sopravvento! Non stiamo invecchiando, stiamo diventando Incantatrici, quindi pensiamo con la sua mente intuitiva, spirituale e ispirata. In un mondo che definisce l’intelligenza in base all’abilità di usare numeri e parole, la fase dell’Incantatrice è vista come un decadimento della mente e una degenerazione delle nostre capacità. Ma non è affatto così. In realtà stiamo crescendo! Tutto quello che c’è stato nelle nostre vite fino a questo punto ci ha portate a questa fase di crescente saggezza in cui possiamo conoscere al di là delle parole, vivere in modo ispirato, avere maggiore consapevolezza spirituale, capacità di visione e di cura per il futuro del tutto.

Non dobbiamo temere lo stadio dell’Incantatrice, perché lo abbiamo già vissuto. Ognuna di noi entra ogni mese nelle energie dell’Incantatrice della fase pre-mestruale, quindi sappiamo cosa le piace, come si sente, come pensa. Nel corso degli anni abbiamo imparato ad ascoltare la nostra Incantatrice interiore, a soddisfare i bisogni della nostra fase pre-mestruale e ad accogliere i meravigliosi doni e le energie che ci apporta. Sappiamo che quando le diamo il benvenuto e facciamo spazio per lei nelle nostre vite, la guarigione avviene e la nostra vita ne è magicamente trasformata.

L’Incantatrice danza la vita senza restrizioni e senza il bisogno di essere altro che lei stessa. Lei crea e tesse, accudisce e ispira, cavalca le onde e concentra i poteri delle profondità in benedizioni apportatrici di vita.

Se vediamo l’invecchiamento come il segno di un cambiamento sacro, o dell’umanità che raggiunge la sua posizione ultima, al confine tra il mondo dello spirito e quello della vita quotidiana, allora forse tratteremo le nostre anziane e i nostri anziani con più comprensione e rispetto, dando loro lo spazio per essere chi sono e per portare alla nostra società la saggezza e l’ispirazione che li contraddistinguono.

—————————————————————-

*“Menopausa” è un termine medico che indica il sanguinamento dell’ultima mestruazione. Deriva dagli antichi vocaboli greci che significano “ultimo mese” e indica un qualcosa che annuncia che ci troviamo nel profondo della magia degli anni dell’Incantatrice. Io suggerisco di trovare un nuovo termine per il nostro ultimo sangue mestruale e, per rimanere nella tradizione del greco antico, propongo la parola “Sofia”.

“Sofia” significa “saggezza” e riconosce che siamo libere dalle restrizioni del mondo esterno e possiamo percorrere il nostro cammino verso la realizzazione spirituale. Avere la nostra Sofia significa scendere più in profondità nel risveglio della nostra energia femminile.

This post is also available in: en hr fr it de pt-br es